Non date ordini al vostro autore, provate a immedesimarvi in lui.
Siate per lui un compagno di lavoro e un complice.

Virginia Woolf

Agenzia Letteraria Edelweiss

La lettura deve essere l’azione principale di chi lavora con, sui e intorno a libri.

edelweiss-650432_1280

L’Agenzia Letteraria Edelweiss si è costituita negli anni intorno ai suoi fondatori Andrea Carnevale e Roberto Di Pietro, e si affida oggi a una squadra di collaboratori e aziende partner di alto profilo, dalla lunga esperienza nel settore editoriale, in grado di coprire con le loro professionalità tutte le fasi della filiera libro: lettura e valutazione manoscritti, correzione di bozze, editing, impaginazione professionale, intermediazione, storytelling, tutela legale del diritto d’autore, copywriting, ufficio stampa, traduzioni e foreign rights. L’Agenzia Letteraria Edelweiss è animata dalla convinzione che i libri siano ancora lo strumento di crescita di una comunità e lotta contro chi ritiene che tale visione sia romantica, illusoria o anacronistica.

È questa identità che ci ha portato in pochi anni a far crescere il numero degli autori rappresentati e delle pubblicazioni all’attivo.

Ben consapevoli della situazione e delle dinamiche del mercato editoriale odierno, soprattutto italiano, siamo fermamente convinti che esso debba essere conosciuto ma non riverito, e che un rilancio possa passare solo attraverso il ritorno a uno scouting serio, non orientato unicamente alla commerciabilità dei testi e alla dote privata di pubblico che gli autori portano con sé. La lettura – qualcuno si sorprenderà – deve essere l’azione principale di chi lavora con, sui e intorno a libri.

Nuovi autori Edelweiss

Patrizio Nissirio

giornalista

Patrizio Nissirio, giornalista e scrittore, è il responsabile di ANSAmed, il servizio multilingue di informazione sul Mediterraneo dell’agenzia ANSA. Dottore di ricerca in studi americani, ambito in cui ha pubblicato numerosi saggi accademici in Italia, Usa e Olanda, ha lavorato come corrispondente internazionale dell’agenzia dal 1996 al 2010 a Washington, Atene e Londra.
È autore di Dettagli americani. Il paese dietro la bandiera (Liberal libri, 2002) e di Ouzo amaro – La tragedia greca dalle Olimpiadi al gol di Samaras (Fazi, 2012). Nel 2016 ha pubblicato il suo primo romanzo, Una ballata del Mar Egeo (Perrone), seguito nel 2017 dalla guida letteraria alla capitale greca Atene, cannella e cemento armato (Perrone).

Lisa Camillo

regista, scrittrice

Lisa Camillo è una regista, scrittrice, produttrice, antropologa e criminologa italo-australiana. Ha lavorato nelle comunità aborigene e ha ricevuto diversi premi per i suoi progetti con il Ministero della Salute australiano. Laureata alla Sydney Film School, ha diretto, prodotto e scritto film e documentari pluripremiati che hanno girato il mondo. Tra questi, Live Through This, che ha ottenuto vari riconoscimenti ed è stato selezionato fra i finalisti in dieci festival internazionali; e Balentes, scioccante documentario sullo sfruttamento della Sardegna da parte della NATO, anch’esso presentato in molti festival. Una ferita italiana approfondisce le inchieste affrontate nel documentario.

Marcello Altamura

giornalista

Marcello Altamura, 42 anni, napoletano, giornalista professionista, lavora da 18 anni per il quotidiano «Cronache di Napoli». Oltre al calcio, e al Napoli in particolare, nella sua carriera si è occupato di basket, che ha raccontato per molti anni anche in radio e in tv, ma anche di musica e cinema. Ha scritto “Dodici Leoni” insieme con Franco Esposito (Absolutely Free, 2015), “La Borsa di Moro” per (Iuppiter Edizioni, 2016), “L’anno del Grifo” (2017) e “Le quattro vite di Mike” (2018, entrambi per Absolutely Free), e, insieme con altri autori, “Totò sbanca” (Iuppiter Edizioni, 2017) e, sempre insieme con altri autori, Tutti in piedi per la Carpisa (Graf Editore, 2006).

Novità in libreria

Noi, il ritmo. Taccuino di un poeta per la danza (e per una danzatrice)

Davide Rondoni

La nave di Teseo, 2019

Noi siamo quelli della danza, non ditelo in giro: ci stiamo preparando al volo.

Un uomo scrive lettere al suo amore. E appunti, riflessioni, scoperte. Lei ballerina, lui poeta, condividono un destino, entrambi conoscono la ricerca del ritmo, l’equilibrio nel gesto, la tensione verso la libertà e l’arte come ubbidienza. Un libro composto quasi in trance, un viaggio nella bellezza che incontra pensieri di coreografi, storie tra danza e poesia, riflessioni di filosofi, visioni. Un libro mai scritto prima d’ora sulla danza e la poesia: due arti da sempre sorelle. Ritmo e parole. Aver corpo, in un’epoca che ha fatto del corpo un segno di molti disagi. La riflessione sull’arte diventa in queste pagine anche discorso d’amore e ricerca: ballare, così come fare poesia e come vivere, è interpretare, prendere posizione, conquistare una forma. Cercare il segreto umano e divino del ritmo. Il nuovo libro di Davide Rondoni è un taccuino d’amore e uno strano “vademecum” dedicato ai non-equilibristi e ai sognatori, ai molti amanti della danza e della poesia. Della vita e del suo misterioso ritmo.

Nessuno ha mai visto decadere l'atomo di idrogeno

Dario Pontuale

Capire Edizioni, 2019

Esistono parole che ascoltate in certi momenti della vita lasciano indifferenti, le stesse, in momenti diversi, invece la stravolgono.

Zeno Bizanti ha un passato da autore di programmi spazzatura per la TV da redimere, una tartaruga e un seminterrato di una casa appena acquistata da svuotare. Tra una partita di Subbuteo e il trasloco tutto, nella sua nuova vita, procede secondo i piani, fino a quando non bussano alla porta e gli recapitano alcune Moleskine rinvenute in vari punti della città. Taccuini consegnati da bizzarri personaggi e che sembrano celare il mistero di un mondo scomparso e di una società segreta. Tra rimandi letterari, riferimenti alla realtà e alla finzione, si dipana un’avventura dai risvolti tragicomici, ricca di sorprese e colpi di scena, alla fine della quale sarà lecito chiedersi se la verità non sia la più immaginaria delle soluzioni.

Soldi gratis. L'unico manuale che aumenta la tua intelligenza finanziaria

Vincenzo Imperatore

Sperling&Kupfer, 2019

Mai più ostaggi delle banche.
La guida salvasoldi per difendere i tuoi risparmi e farli fruttare.
Le 7 cose che devi sapere prima di entrare in una banca
Le 3 domande per scegliere il mutuo adatto a te
I 3 passi per individuare il consulente di cui fidarti
I 4 errori da evitare in finanza

La casta è rimasta. Privilegi, lucri, sprechi: tutti i costi della politica di oggi

Marcello Altamura

Ponte alle Grazie, 2019

Dodici anni dopo il libro di Stella e Rizzo, tutta la verità sulla nuova Casta, sempre più ricca e privilegiata.

«Dalla Casta a oggi: un confronto voce per voce»

Nel Gattopardo di Tomasi di Lampedusa si trova una verità italiana che resiste ai secoli: tutto cambia perché nulla cambi. E così accade anche nella politica italiana, dove il vento del cambiamento resta pura apparenza: perché la politica, in Italia, è soprattutto un colossale affare economico. Dal 2007, anno in cui nelle librerie esce La Casta, fondamentale libro di Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella che mette a nudo privilegi e sprechi della nostra classe politica, i tagli sono stati solo minimi, spesso solo di facciata, i costi non abbattuti ma al massimo limati; e in certi casi persino aumentati. Oggi che al governo sono stabilmente insediati gli anticasta per eccellenza, la Camera dei deputati costa allo Stato poco meno di 950 milioni di euro l’anno, il Senato circa 500. Per non parlare dei costi ‘d’indirizzo politico’ dei ministeri, dei consigli e degli organi istituzionali regionali… Spese enormi che includono anche voci decisamente superflue, quali, tuttora, la celebre barberia parlamentare e le mense, i voli di Stato, le auto blu. E poi i vitalizi, rimodulati ma non aboliti. Privilegi che hanno costi altissimi e spesso ingiustificabili, che sono i cittadini a pagare. La Casta è rimasta: e questa inchiesta, scrupolosa e impietosa, ne mostra per prima tutte le prove.

E avrai sempre una casa

Piero Malagoli

Edizioni Spartaco, 2019

Kayla McMath è vera, determinata, intensa. La prosa di Malagoli è affascinante, potente.

Scordatevi di Tara, la piantagione di cotone della Georgia che fa da sfondo a Via col vento. Qui nell’Ozark, in Arkansas, la vita è dura, scandita dai tempi della semina e della raccolta del cotone che ti spacca la schiena e ti taglia le dita. Qui nell’Ozark, in Arkansas, se la terra non frutta, la banca si riprende la concessione e si perde tutto. Qui nell’Ozark, in Arkansas, non ci sono privilegi per Kayla McMath, quattordici anni e solo prove difficili da affrontare. Come la perdita della madre alla nascita della quartogenita Reese. E l’improvvisa morte del padre, che la lascia sola, con il fratello minore Lucas, nella malridotta tenuta agricola. In balia della natura selvaggia. In attesa che ritorni il fratello maggiore Isaac, partito con l’esercito confederato alla disperata difesa di Little Rock. Gli echi lontani della Guerra di Secessione non spezzano l’isolamento dei due ragazzi che resistono, il libro dei salmi della madre saldamente stretto in una mano, il fucile Springfield del padre nell’altra. Le esperienze al limite, la lotta per non soccombere e garantire la sopravvivenza della piccola Reese fanno crescere velocemente Lucas e soprattutto Kayla, che non cederà di fronte a nulla. Nulla.

Capolavori rubati

Luca Nannipieri

Skira, 2019

Furti, saccheggi, requisizioni, spoliazioni, mercato nero, ritrovamenti, sequestri: il grande teatro dell’illecito e del concesso attorno all’arte.

C’è sempre stata lotta attorno all’arte. Omicidi, furti, razzie, corruzioni, contrabbandi, soprusi, roghi, devastazioni, confische hanno contraddistinto la vita di molti capolavori. Da Caravaggio a Picasso, da de Chirico a Munch, da Renoir a Klimt, fino alle statue della classicità, sono molti gli episodi, alcuni celeberrimi, altri poco conosciuti, alcuni risolti, molti altri ancora sotto indagine, che ci portano nel cuore dell’illegalità, della criminalità, del mercato nero, della cupidigia, della volontà di potenza, che si nasconde dietro ogni ladrocinio. Partendo dalla rubrica che l’autore tiene al “Caffè” di Rai Uno, vengono illustrati i casi più clamorosi di furti di opere d’arte, affrontando anche i traumi storici di saccheggi e spoliazioni coloniali e imperialiste. Attraverso la narrazione e la ricostruzione giudiziaria dei furti, il commento sullo stile artistico delle opere rubate, l’inquadramento storico, la disamina museografica sulla sicurezza e sulla protezione dei capolavori, il libro affronta il grande tema dell’arte nel suo rapporto con la complessità del male.

Una ferita italiana. I veleni e i segreti delle basi NATO in Sardegna: l'inquinamento radioattivo e l'omertà delle istituzioni

Lisa Camillo

Ponte alle Grazie, 2019

Sardegna: un paradiso minacciato da interessi militari, politici, economici. Un’inchiesta che solleciterà l’indignazione di tutti.

Tornata dall’Australia, dove ha vissuto per quindici anni ,per realizzare un documentario sulla Costa Smeralda, il luogo che l’ha vista bambina, Lisa Camillo non ritrova il paradiso che ricordava, ma una terra di conquista: interessi economici e servitù militari hanno letteralmente sconvolto una delle regioni più belle d’Italia. Poligoni sperimentali, industrie chimiche, un tessuto economico distrutto. Penisole interdette, spiagge martoriate dalle bombe, missili adagiati sul fondo marino. Storie sussurrate di feti deformi, tumori, leucemie, capi di bestiame dalle fattezze mostruose. Il dramma dei militari malati e delle loro famiglie; patologie come quelle dei soldati italiani contaminati dall’uranio impoverito in Bosnia. I processi, l’omertà dei vertici militari, l’assenza dello Stato, le triangolazioni e i fiumi di denaro. E poi loro, quei sardi che non si arrendono e lottano per la propria terra: procuratori, giornalisti, attivisti e semplici cittadini, protagonisti di una storia di resistenza ignorata, ma che dura da decenni: l’autrice la racconta anche nel suo documentario Balentes: i coraggiosi, che, distribuito in molti paesi, trova fatica a imporsi in Italia. Un libro che racconta la Sardegna più intima, una vicenda di orgoglio e paura, coraggio e bassezza, verità spaventose e bugie criminali. È la storia di una ferita italiana. Una ferita che ancora sanguina.

Come eliminare la polvere e altri brutti pensieri

Daniele Germani

Edizioni Spartaco, 2019

E le onde si infrangono sulle certezze e sui dubbi di chi la sua vita l’ha sempre vissuta su una riva sicura, evitando di bagnarsi e fuggendo emozioni e tentazioni. Strappano dal nostro tempo polvere su polvere, granello su granello, limano e modellano, finché la fantasia non ha la meglio sulla gravità e iniziamo a volare via, oltre le cime dei pensieri, oltre la cresta della paura.

Una donna, un uomo, un pazzo. Lei ha un rimpianto, aver lasciato il pianoforte e la musica per dedicarsi al marito e ai figli. Lui è ossessionato da una nota stonata, che gli risuona nella testa e non gli dà pace. Il folle sta preparando una bomba, per annientare il padre che non l’ha mai accettato. Siamo all’inizio degli anni Ottanta, la chiusura dei manicomi imposta dalla legge Basaglia del 1978 è l’occasione per esplorare il territorio complesso e accidentato del senno umano. In un romanzo ardito nella struttura, i riflettori sono puntati sulla parola «guarigione», che implica il sacrificio di mondi immaginari costruiti come antidoto all’isolamento, all’emarginazione. L’impossibilità di un legame autentico con gli altri lacera i personaggi della storia. E così la vicenda letteraria di una malattia «mentale» esplode nel racconto intimo della malattia «relazionale». Perché a volte i muri più difficili da penetrare, i più alti e i più spessi, sono quelli eretti da chi ci sta intorno. Ma i veri pazzi chi sono?

Dopo la scuola. Come costruire il tuo futuro in sei semplici mosse

Skuola.net

Sperling & Kupfer, 2019

Skuola.net, il portale più visitato dagli studenti, propone un metodo che permette di scegliere cosa fare dopo la maturità, tenendo conto dei veloci cambiamenti del mondo del lavoro. Un libro che dà idee ai ragazzi, rassicura i genitori e rischiara il futuro con una buona notizia: c’è un posto per tutti.

La guida indispensabile per ragazzi indecisi e genitori in ansia.

Che fare dopo la maturità? È la prima, importante scelta comune a tanti ragazzi, che di solito preoccupa i genitori. E che richiede una valida attività di orientamento. Chi avrebbe pensato, solo dieci anni fa, di fare l’operatore di droni o lo sviluppatore di app? In questa guida, agile quanto un buon tutorial, vengono ribaltati molti luoghi comuni e si possono trovare gli strumenti più aggiornati per decidere il proprio percorso: informazioni sull’università e le possibili alternative, test per misurare le proprie potenzialità, testimonianze di ragazzi di successo, come lo youtuber Leonardo Decarli e la pastry chef Isabella Potì, e altri meno noti che hanno raggiunto risultati straordinari. Da loro si impara il segreto per imboccare la strada giusta: fissare gli obiettivi incrociando passioni, talenti e studio e mettersi alla prova al più presto. L’orientamento più utile è quello che tiene conto di come si evolvono il mondo del lavoro, la società, le tecnologie. Con il metodo di Skuola.net puoi trovare la strada giusta incrociando le tue passioni e i tuoi talenti con il percorso di studi e professionale più adatto a te.

Di prossima pubblicazione

Come eliminare la polvere e altri brutti pensieri, di Daniele Germani
In estate per Edizioni Spartaco

La Casta è rimasta, di Marcello Altamura
In autunno per Ponte alle Grazie

Noi, il ritmo, di Davide Rondoni
In autunno per La nave di Teseo

E avrai sempre una casa, di Piero Malagoli
In autunno per Edizioni Spartaco

Silenzio, di Patrizio Nissirio
A dicembre per Ensemble

Raffaello, di Luca Nannipieri
A febbraio per Skira

La brigata mondiale, di Massimiliano Timpano
A febbraio per EL

Assaggi d’autore

narrative-794978_1920

“bastami / non bastarmi amore /
imbastardisci me / di te”

La natura del bastardo, Davide Rondoni

“Ho consumato le suole / cercando parole di gioia.”

Campanile di nebbia, Marco Simionato

“Io, però, senza il cielo mi sentirei prigioniero
di un mondo senza segreti.”

La sabbia di Léman, Carmine Sorrentino

“Lui non guarda il mondo solo con gli occhi, ma ci scava dentro con tutto se stesso, seguendo i battiti del proprio cuore e la temperatura del proprio sangue.”

La pianista di Van Gogh, Carlo Ferrucci

“Chi ti fa piangere in questo modo” le disse Marco,
“deve meritare ogni tua singola lacrima”.

I favolosi anni '85, Simone Costa

“Che cos’è la letteratura se non uno dei massimi sforzi messi in atto dall’uomo di dare senso alle cose
per comunicarle?”

I sensi del testo, Raul Mordenti

“Io voglio parlare con te per stare vicino a tutti.”

Lettere al Padre, Federica D'Amato

“Perché la letteratura ha a che fare con la libertà. Leggere non può che essere un atto libero. Una specie di amore.”

Contro la letteratura, Davide Rondoni

“Per noi, miserabili, mirabili anime, non c’è tempo senza memoria.”

Anima scalza, Giovanni Nuti

Presentazioni, recensioni e interviste

Scopri i nostri autori
Scopri i nostri libri

I nostri partner