Raul Mordenti

Nato a Roma nel 1947, Raul Mordenti è professore ordinario di Critica letteraria e letterature comparate all’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.
Le sue pub­blicazioni riguardano Boccaccio e Dante, la storiografia del Rinascimento e i cosiddetti “Libri di fami­glia”, la censura nell’età della Controriforma e la didattica della letteratura italiana. Ha collabo­rato alla Letteratura italiana, edita da Einaudi e diretta da Alberto Asor Rosa, con saggi dedicati alla Storia della letteratura italiana di Francesco De Sanctis e ai Quaderni del carcere di Antonio Gramsci. Negli ultimi tempi la sua ricerca si è rivolta all’utilizzazione dell’informatica per l’edizione critica dei testi letterari.

Ha partecipato giovanissimo, nel 1961, all’esperienza dell’Associazione “Nuova Resistenza”. Successivamente ha fatto parte dell’ “Intesa universitaria”. Ha militato nel Movimento studentesco del ’68, poi nel Movimento dei col­lettivi e dei comitati di quartiere romani. All’in­terno del Movimento del ’77 si è opposto alle derive militariste e insurrezionaliste, unendosi al cosiddetto “Gruppo degli 11” e all'”Area di Radio Città Futura”. In seguito ha aderito con incarichi nella direzione nazionale a Democrazia Proletaria fino alla sua confluenza nel processo che ha portato alla nascita del Partito della Rifondazione Comunista.

Tra le sue opere: L’Università struccata. Il movimento dell’onda tra Marx, Toni Negri e il professor Perotti (Punto Rosso, 2010), Gramsci e la rivoluzione necessaria (Editori Riuniti University Press, 2011), Paràdosis. A proposito del testo informatico (Accademia Nazionale dei Lincei, Scienze  e Lettere, 2012), L’altra critica. La nuova critica della letteratura tra studi culturali, didattica e informatica (Editori Riuniti University Press, 2013) e I sensi del testo. Saggi di critica della letteratura (Bordeaux, 2017).

L’Agenzia Letteraria Edelweiss ha in rappresentanza tutti i testi
di Raul Mordenti per l’Italia e per l’estero

Per maggiori informazioni scrivere a
info@agenziaedelweiss.com

I libri di Raul Mordenti

La grande rimozione. Il '68-77: frammenti di una storia impossibileBordeaux, 2018
Il ’68-77 (“decennio rosso”) non è stato affatto quello che hanno raccontato le ricostruzioni giornalistiche e televisive: una simpatica lotta per la libertà sessuale e per i diritti civili oppure, al contrario, la preparazione del terrorismo di sinistra. Il Movimento è stato invece un tentativo, per quanto politicamente primitivo e insufficiente, di riproporre il problema della rivoluzione in Occidente. Né più né meno. A partire dalla riflessione sulla novità teorica di quel ciclo di lotte (il concetto di “movimento politico di massa”), il libro ricostruisce la vitale realtà di un decennio di lotte che hanno fecondato e arricchito la democrazia italiana e si interroga in particolare sulle ragioni della sconfitta del movimento del ’77, «una sconfitta che si poteva e doveva evitare». Il movimento – diffuso e duraturo, com- plesso e ricco di potenzialità di decine di migliaia di compagni – è stato ieri represso così come oggi è fatto oggetto di una inaccettabile cancellazione: “la grande rimozione”.
  • Genere: Saggistica
  • Pagine: 200
  • Editore: Bordeaux
  • Anno: 2018
  • Prezzo: 16,00 euro
  • Estratto di copertina: “Certo è che il ’68 è stato uno di quei momenti in cui ci è apparso chiaro che il nostro mondo era del tutto ingiusto e intollerabile e dunque che si poteva cambiare il mondo.”
Acquista il libro

I sensi del testo. Saggi di critica della letteraturaBordeaux, 2017
Raul Mordenti affronta alcune questioni fondamentali riguardanti il testo letterario come l’alterità (sulla scorta di Lotman) e la straordinaria produttività del “margine”. Egli mette alla prova le proprie categorie critico-analitiche affrontando direttamente alcuni testi e autori della cultura italiana ed europea: dalle Affinità elettive di Goethe, al possibile rapporto fra Boccaccio e Belli, fino a Primo Levi. Nella parte “Maestri di una generazione senza maestri” prende invece in esame (discutendole in un vis à vis che per Mordenti è anche autobiografico) le posizioni critiche di Walter Binni, Alberto Asor Rosa, Giuseppe Prestipino, Mario Lavagetto e Remo Ceserani. La parte “Il nuovo contesto della ricerca letteraria” considera infine alcuni aspetti che oggi ridefiniscono completamente il “campo del letterario”, primo fra tutti le conseguenze della rivoluzione informatica: questa deve condurre non solo a una nuova riflessione in ordine al concetto di testo ma anche a modalità di fruizione del letterario del tutto diverse da quelle proprie della grande parentesi gutenberghiana.
  • Genere: Saggistica
  • Pagine: 352
  • Editore: Bordeaux
  • Anno: 2017
  • Prezzo: 16,00 euro
  • Estratto di copertina: “Che cosa è la letteratura se non uno dei massimi sforzi messi in atto dall’uomo di dare senso alle cose per comunicarle?”
Acquista il libro

L’Agenzia Letteraria Edelweiss ha in rappresentanza tutti i testi
di Raul Mordenti per l’Italia e per l’estero

Per maggiori informazioni scrivere a
info@agenziaedelweiss.com